Date Beautiful Women 4.2.1
Page 1 of 2 12 LastLast
Results 1 to 10 of 13
Discuss prima volte che lei è impegnata at the Italiano within the The Attraction Forums. Dating Advice.; prima volte che lei è impegnata provarci con una ragazza impegnata. non so. io personalmente ...
  1. #1
    Join Date
    Oct 2008
    Gender:
    Age
    30
    Posts
    8
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    prima volte che lei è impegnata

    provarci con una ragazza impegnata. non so. io personalmente quando ho voluto conoscere una ragazza non ho mai chiesto nulla del tipo "sei impegnata" o cose del genere. Se lo fosse stato e voleva farmelo notare lo avrebbe detto, se non lo era o la storia era di poco conto non me lo avrebbe detto.

    Ora mi trovo in una situazione particolare.

    Esco con questa ragazza, primo appuntamento sembrava andato da dio. Birreria, amici in comune, la vedo, applico quell'iinfarinatura di Commentistica Acida che conosco e funziona. in pratica parlo conuna ragazza più vicina a me, ogni volta che il target apre bocca faccio la vocina canzonatoria ripetendo quello che dice e poi torno a parlare con la ragazza vicino a me, finchè non ci ritroviamo io e il target da soli in un altro locale, perchè l'ho convinta a non andare a dormire. ci conosciamo. scambiandoci messaggi le ho accennato al fatto che "sono stato molto bene", ma oltre non sono andato. ho voluto aspettare mi richiamasse fuori.

    cosa che è successa, con i soliti amici il giorno dopo mi chiama al cinema, ci sediamo insieme, condividiamo il pop corn giochi del genere. Grazie al cielo gli altri ragazzi, essendo mentalmente dei vecchi, se ne vanno a dormire subito. meglio così perchè così usciamo ancora da soli io e lei. avvicinandosi al locale prima frase che mi manda in crisi gli omini del cervello. Lei dice: "qui ci sono venuta sia con (nome di un altro ragazzo), che con IL MIO MOROSO, che con te...chissà cosa penseranno." ride. Io rispondo: "...che ti diverti più di loro?". lei sorride ed entriamo. Sedendoci al tavolo per due parliamo del più e del meno, ogni tanto però stavolta comincia a smessaggiare con il moroso e poi nei discorsi mi accenna al fatto vorrà andare tra un po' a un concerto con lui. però accenna anche al fatto che io ultimamente sono l'unico che la porta fuori a divertirsi ballare ecc...

    Uscendo dalla macchina questo giro il bacio è semplicemente vago e distante.

    Io non vorrei essere diventato dalla seconda volta il cicisbeo che la porta fuori in assenza del moroso. Contemporaneamente vorrei valutarmi di più, ma sinceramente, sarà che questo caso mi coinvolge di più emotivamente, non riesco a trovare altre idee per attirare l'attenzione. Potreste consigliarmi una procedura per continuare? Ad esempio la prossima volta aspetto ancora che esca lei o da stavolta la chiamo fuori io? come finisco di giocare?

    PS: nel mentre per tenermi calmo e non perdere troppo la testa sto continuando a uscire con questa o quell'altra ragazza, come ho detto a me piace molto anche solo l'interagire e creare amicizie sociali, quindi lo faccio un po' per verificare che davvero non ce ne sia un'altra migliore in giro in cui casomai con meno sforzo otterrei di più in un rapporto, che per pura voglia di socializzare. Non la ritengo una mossa da bastardi no?! beh se la pensate diversamente su questo punto fatemi un cenno nelle risposte. CIAOOO e grazie in anticipo.

    PPS: auguri e buone feste a tutti.



  2. #2
    Join Date
    Oct 2008
    Gender:
    Age
    30
    Posts
    8
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Quote Originally Posted by satira View Post
    Ti fermo già qui. Non ci si prova con le ragazze. Si permette a loro di provarci con noi.

    Chi ha valore inferiore ci "prova" con chi ha valore superiore.

    Se tu ci "provi" hai già dimostrato di valore meno di chi ti deve validare.
    come frase è ottima, il concetto credo di averlo afferrato. Ma ...
    checcavolo no! cioè...mi sembra un giochino di semantica. tu come diresti al posto di "provarci". qual è la condizione mentale in cui ti assetti? Ad esempio, prima di fare questo post ho fatto qualche mesetto solo di routine per niubbi di Domino, quelle ch eho trovato proprio qui. strepitose. Dopo giocandola un pochino con nozioni mie e così sono riuscito anche ad arrivare a ottimi risultati. Il fatto è che poi ho visto che quando una ragazza, come questa, mi emoziona (e credo che questo non sia un male. DEVE emozionare, non sono qui per provarci con le sciacquette che non potrebbero darmi nulla emozionalmente e psicologicamente parlando), perdo la bussola.

    Naturalmente se sono qui è per imparare a non perderla e per non cadere, come dici tu, da una certa fase in poi nella prospettiva del succube.

    come eviteresti questa prospettiva? come eviteresti questo "loop mentale"?
    anche solo leggere un "io farei così" per dirmi come faresti tu da adesso in poi, anche solo come condizione mentale, credo che mi sarebbe molto utile per crescere in questo ambito...

  3. #3
    Join Date
    Oct 2008
    Gender:
    Age
    30
    Posts
    8
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Quote Originally Posted by satira View Post
    Dimentica il termine "provarci" e comincia a "dare possibilità".

    Il gioco di molti ha un impostazione del tutto sbagliata. Se parli con una donna lei vince se riesce a farsi scopare, lei perde se te ne vai. Non il contrario.

    Questo è l'impostazione mentale giusta (e vera )

    nel lavoro che faccio, ho notato che se dò l'ok allo svolgimento delle proposte sottoposte quando mi viene da ridere, esse sono vincenti. La tua idea mi ha fatto sghignazzare, perciò la credo una gran figata. Ti saprò dire!

  4. #4
    Join Date
    Aug 2007
    Gender:
    Location
    Toscana
    Age
    38
    Posts
    315
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    "Se parli con una donna lei vince se riesce a farsi scopare, lei perde se te ne vai. Non il contrario"
    Perché noi uomini le facciamo sempre perdere (o nemmeno provare)?!?!?!?
    Non ti sei accorto che è LEI che uscendo con TE, CI prova con TE?

  5. #5
    Join Date
    Nov 2008
    Gender:
    Age
    31
    Posts
    688
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Domanda:
    trovate questo modello di pensiero così più utile?
    Immagino che porti dei vantaggi rispetto al "ci provo io e speriamo mi vada bene" dandoti + fiducia in te stesso e limitando la sopravvalutazione della ragazza.
    D'altra parte non rischia di dare un eccesso di "pienezza di se"? E di distrarre dai passi e dalle azioni che TU devi compiere per portare lei a starci? Sopratutto quando quei passi non gli hai ancora interiorizzati e quindi non emergono automatici a prescindere dal modo di pensare?
    Infine: lo trovate anche conveniente rispetto al "ci stiamo valutando a vicenda, e a vicenda cerchiamo di impressionare l'altro"?

  6. #6
    Join Date
    Oct 2008
    Gender:
    Age
    30
    Posts
    8
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    in effetti c'è da dire una cosa. quando leggo qualcosa di interessante nel forum, solitamente me ne esco da solo a una città di distanza e vado in un locale/pub in cui non sono mai stato, in maniera da avere un ambiende sociale come nuovo. Così stasera, pensando di uscire, essendo ormai abituato a utilizzare le routines del niubbo come consiglio Domino nel suo post per principianti, volevo provare un po' di quelle poi applicare la mentalità del "vinci se non ti fai scopare" perdi se lo fai. MA, improvvisamente, mi è sorto un dubbio e, vi prego, risolvetemelo: rispettando quel tipo di mentalità non mi viene in mente alcuna apertura idonea a settare la mente subito in quello stile. Satira o qualcuno per lui potrebbe spiegare il concetto con un esempio pratico?

  7. #7
    Join Date
    Nov 2008
    Gender:
    Age
    31
    Posts
    688
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Sorry, ma personalmente sono giunto qui dopo essermi interessato a dinamiche sociali, comunicazione e PNL e da buon studente di PNL per me la realtà è qualcosa di cui semplicemente non facciamo esperienza. Quella che ognuno di noi utilizza è una mappa della realtà, né + né -.
    E ogni mappa (o modello) va utilizzato fintanto che è il + utile a disposizione. Similmente per passare da uno stato all'altro basta sapere quali modalità e submodalità utilizzi per "sentirti" in quello stato e applicarle.
    Quindi per me le domande fondamentali sono semplicemente:
    quanto è utile questo modello?
    quanto e in cosa è migliore delle alternative?
    in che modo è possibile migliorarlo ulteriormente?
    quali sono i punti forti e i punti deboli?

    una volta poi che so cosa devo fare e quanto è utile farlo, per applicarlo e velocizzare l'interiorizzazione e tutto il resto ci sono le tecnologie.
    Paradossalmente è molto + difficile interiorizzare una certa quantità di routine e risposte automatiche a situazioni differenti che un modo di comportarsi o di "essere" avendo a disposizione le tecnologie in questione.

    Perciò se chi utilizza questa "filosofia" riesce a rispondere alle domande di cui sopra (e magari segnalare altre cose utili) mi sarebbe molto utile ^^

    Saluti

  8. #8
    Join Date
    Nov 2008
    Gender:
    Age
    31
    Posts
    688
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Approssimazioni dannose? Quali scusa? Non riesco a capire di che parli.

    Cmq, le domande mi sono utili per 3 motivi principali
    1. per scremare il numero di cose da provare
    2. per affinare le caratteristiche di "cosa devo provare" (applicarla "come io penso che sia" non vuol dire applicarla correttamente)
    3. per formarmi un mio personale modello che tenti di comprendere tutti i vantaggi e di arginare gli svantaggi degli altri modelli in uso (sì, posso fare pure provandoli tutti io, ma ci vuole + tempo e alcuni degli svantaggi/vantaggi potrebbero essere dati dal mio modo di utilizzare il modello, magari differente in qualche punto da quello che mi stavi consigliando)


    Ma sono domande così strane e difficili?

  9. #9
    Join Date
    Nov 2008
    Gender:
    Age
    31
    Posts
    688
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Se hai i bisogno di analizzare dei feedback sulla cosa, in base alle esperienze che ho avuto col tuo metodo, ti posso dire che ciò che tu hai descritto nel post "validazione" mi sembra una sfiga abbastanza pesante avendo questo "modo di vedere le cose". E anche che spesso rischi di autobloccarti pensando "non ne vale la pena".
    Però può benissimo essere che io abbia estremizzato il tuo "metodo" quando l'ho utilizzato.
    Spesso mi sono accorto però che se "loro ci perdono se non riescono a farsi scopare" unito al tuo "avere alti standard non è una scelta" si traduce in "la tipa non vale abbastanza"... proprio non ci riesce a farsi scopare insomma... e magari lei perde... ma i risultati ottenuti non mi piacevano. Forse gli standrd che mi ero messo io erano troppo alti, non so, per questo ti chiedevo specifiche.
    Fattostà che per ora ho eliminato l'interesse verso l'altezza degli standard e per ora mi trovo meglio.
    Ho notato nel comportamento di alcuni natural che conosco che hanno comportamenti quasi opposti, quasi needy e sicuramente "ci provano" parecchio e costantemente fregandosene del livello da un lato. Dall'altro sono convinti che loro siano "la scelta migliore" per la tipa in questione, e hanno una sicurezza e un modo di fare molto simile tanto con le hb7 che con le hb9. Anzi alcuni modi di fare sono talmente radicati che li applicano persino con le UG, anche se non sono intenzionati a fare nulla.

    Proprio per questo sono interessato a analizzare esattemente in che consiste, perché mi pare che una parte di quanto descrivi sia applicabile e utile, ma ci sia qualcosa di altrettanto fondamentale che non traspare dalla descrizione che ne fai, e applicandone solo una parte, si ottengono ovviamente risultati differenti


  10. #10
    Join Date
    Nov 2008
    Gender:
    Age
    31
    Posts
    688
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    I risultati voluti non ottenuti sono semplicemente quelli di sfruttare + occasioni. Preferisco l'opportunità di decidere io quando e chi, senza avere una vocina dentro che mi dice "non ne vale la pena, è solo un hb7"

    Senza contare poi, che non è detto che una 7 ti faccia divertire meno di una 9... anzi tante volte è vero il contrario.

    Credo che per un PUA il risultato da ottenere ultimo sia "avere chi vuole quando vuole" essere limitati a una certa fascia (anche fossero tutte 9 e 10) lo vedo come un ostacolo (anche solo ti trovi a una festa dove la + figa è un 7...).
    Secondariamente, il punto è semplicemente questo secondo me: pensare "è lei che deve riuscire a farsi scopare, se ci riesce ci guadagna altrimenti ci perde lei" ti consente di conquistarne di + (numericamente) e in una + ampia fascia rispetto ad altri ragionamenti, oppure ha particolare efficacia con un certo tipo di target (hb9-10) o di ambiente (locali fighetti piuttosto che locali sullo sfattone).
    Nulla vieta anche di avere un impostazione mentale differente a seconda del target del momento, eventualmente.

Page 1 of 2 12 LastLast

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  • Forum Rules



Facebook  Twitter